Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta unioni omosessuali

Aderiamo alle veglie per il superamento dell'omotransfobia e di ogni discriminazione

Nipoti di Maritain aderisce all'IDAHOT - International Day Against Homophobia, Transphobia and Biphobia - patrocinando le veglie ecumeniche per il superamento di ogni discriminazione promosse in Italia dal Progetto Gionata​. Il tema sarà "Benedite e non maledite", riflettendo su Romani 12:14.

In Italia ci saranno iniziative nelle comunità cristiane di 
MilanoTriesteFirenze, Reggio Emilia, PalermoSanremoTorino
VareseBolognaParmaCarboniaCagliariPadovaPinerolo,GenovaGrosseto
Invitiamo tutti i nostri amici a prendere parte con coraggio agli eventi e alla preghiera.Per conoscere le date: https://inveglia.wordpress.com/2017/05/10/le-citta-dove-si-vegliera-interfaith-vigil-idahot-las-vigilias-2017/
Noi saremo presenti in rappresentanzamercoledì 17 maggio 2017 Firenze: la veglia inizierà alle 20.50 alla Madonna della Tosse (Largo A. Zoli), dal cui sagrato alle 21.30 partirà la processione per le vie cittadine sino al Duomo. 
Saremo accanto a Kairos – gruppo…

Nipoti di Maritain 01/2016

È uscito il primo numero di Nipoti di Maritain, tutto scaricabile gratuitamente!
Ben 20 autori per un vivace dibattito su Amoris Laetitia, unioni civili e riforma costituzionale. Con un’intervista esclusiva al teologo Andrea Grillo e tante interessanti rubriche.

Scoprilo qui

Quesito: Unioni Civili, cosa cambia concretamente?

Si apre uno spazio per discutere di attualità sociale, ecclesiastica e morale da differenti prospettive cristiane: Nipoti di Maritain diventa anche una rivista! 
Per il primo numero chiediamo:
« Approvate le unioni civili, cosa cambia concretamente nella tua vita e in quella della comunità (parrocchiale, comunale, conoscenti, amici) di cui fai parte? »
Rispondi al quesito inviando la tua risposta entro il31 maggio 2016all'indirizzo:inipotidimaritain6@gmail.com
Oppure puoi rispondere ad una delle altre domande:
« La Riforma della Costituzione, che dovrà passare il vaglio del referendum confermativo di ottobre, quali effetti avrà sulla partecipazione dei cittadini alla vita politica dell’Italia? »« Amoris Laetitia: maturazione di una coscienza illuminata o presa d’atto del soggettivismo morale? »
I contributi che a giudizio della Redazione saranno ritenuti meritevoli di pubblicazione – a prescindere dall'orientamento dell'autore – saranno contenuti nel primo numero della rivista. …

La nuova rivista di Nipoti di Maritain

Amici cari,  a breve Nipoti di Maritain sarà affiancato anche da una rivista liberamente scaricabile in pdf.Non spaventatevi! Sarà semplicemente uno spazio per poter articolare riflessioni con qualche carattere in più rispetto ad un commento su facebook, su cui comunque resteremo attivi. La pubblicazione sarà articolata in due parti: una prima sezione dialogica con 3 quesiti su temi di ambito etico, sociale ed ecclesiastico e una seconda sezione con rubriche, interviste, recensioni di libri.
Per il numero iniziale tre sono i quesiti: •Approvate leunioni civili, cosa cambia concretamente nella tua vita e in quella della comunità (parrocchiale, comunale, amici) di cui fai parte? • LaRiforma della Costituzione, che dovrà passare il vaglio del referendum confermativo di ottobre, quali effetti avrà sulla partecipazione dei cittadini alla vita politica dell’Italia? •Amoris Laetitia: maturazione di una coscienza illuminata o presa d’atto del soggettivismo morale?
Potete scegliere uno dei tre quesi…

Vent'anni dopo...

Di Gianni Geraci 
Avendo fatto parte del piccolo gruppo che si è fatto carico degli aspetti organizzativi della conferenza teologica internazionale “Le strade dell’amore” che lo scorso 3 ottobre ha cercato di rispondere alla domanda: “Quale pastorale con le persone omosessuali e transessuali?” posso testimoniare che alcuni di noi erano preoccupati di ritrovarsi la sala vuota.
Solo io ero molto ottimista anche perché avevo vissuto la straordinaria avventura di un’altra conferenza simile alla cui organizzazione avevo partecipato nel 1999: allora il numero dei partecipanti era stato così alto che abbiamo dovuto organizzare una sorta di conferenza alternativa in un ristorante lì vicino.
“Ma nel 1999 – mi aveva fatto osservare qualcuno - erano state coinvolti anche Noi siamo chiesa ed alcune associazioni omosessuali. Adesso la conferenza è organizzata da un comitato composto da quattro italiani che sono davvero pochi”.

Francesco potrebbe avere un'altra opportunità di esprimersi sulle unioni gay

di John L. Allen
in “ncronline.org” del 3 gennaio 2014 (traduzione: www.finesettimana.org)
Non capita spesso che la vita reale generi un esperimento di laboratorio che aiuti a risolvere un dibattito storico, ma la politica italiana può creare proprio una tale opportunità per fare luce su una questione biografica chiave relativa a papa Francesco. Dato che il tema è lo status legale delle relazioni tra persone dello stesso sesso, il parere del papa ovviamente assume un interesse non meramente storico.

Un'altra preghiera del 15 di agosto

di un gruppo di omosessuali cattolici
in “www.lavie.fr” del 15 agosto 2013 (traduzione: www.finesettimana.org)
Degli omosessuali cattolici che si sono opposti alla legge Taubira [“matrimonio gay”],  interpellano la Chiesa sul suo modo di considerare l'omosessualità. La Vie riproduce il loro  intervento.

Sull'adozione e l'affidamento da parte di coppie gay e lesbiche

Di Niccolò Bonetti
La Corte di Cassazione, com'è noto, ha respinto il ricorso di un padre, che aveva contestato l'affido esclusivo alla madre poiché quest'ultima, dopo la separazione, conviveva con una donna. La Corte ha affermato che un minore può crescere in modo equilibrato anche in una famiglia omosessuale perché si tratta di un "mero pregiudizio" sostenere che "sia dannoso per l'equilibrato sviluppo del bambino il fatto di vivere in una famiglia incentrata su una coppia omosessuale". Subito si sono levate le proteste del mondo cattolico e l'entusiasmo delle associazioni delle famiglie arcobaleno. Io credo che non esista alcun diritto ad avere figli né per coppie etero né per coppie gay o lesbiche.

Vaticano e problemi comunicativi

di Lorenzo Banducci
Dire che quella di ieri sia stata una giornata difficile per Papa Benedetto è davvero un eufemismo. Una sua azione e le parole di un suo messaggio hanno prodotto una risposta travolgente contro di lui da parte sia dei social network sia dei mezzi di comunicazione.